Don Iosif: in tanti hanno dato la vita per Salsasio

Intervento del parroco del borgo carmagnolese durante la commemorazione dell’incendio di Salsasio del 1944

Commemorazione-incendio-2019-la-pancalera

Si è tenuta sabato 27 luglio la commemorazione ufficiale dell’incendio di Salsasio del 25 luglio 1944.

Sabato dopo la S. Messa nella chiesa antica è stata letta la preghiera supplica all’Immacolata scritta in occasione dell’incendio di 75 anni fa.

In piazza poi dopo l’inno di Mameli, sono stati ricordati i fatti del “giorno di San Giacomo” del 1944 con la lettura di una testimonianza. E’ seguita la deposizione della corona d’alloro da parte delle autorità del Comune di Carmagnola mentre è stato suonato il silenzio.

Il tutto si è concluso con la benedizione impartita da don Iosif con l’acqua Santa.

Durante la commemorazione è stata ricordata anche la rappresaglia e l’incendio del borgo da parte dei Francesi del 13 maggio 1799 in occasione del 220esimo anniversario.

Come ha detto il Parroco don Iosif nell’omelia: sono tanti coloro che hanno dato la loro vita o parte di essa per Salsasio come l’impegno che ha messo il Canonico Giovanni Bella in occasione dell’incendio del 1944 e sono ancora molte oggi le persone che dedicano il loro tempo per il proprio borgo.